CASE REPORT

Paziente che si è rivolto allo studio Kinesis-med completamente bloccato in zona lombare;

impossibilità nell’effettuare qualsiasi sforzo sia in flessione del tronco su bacino che nell’inclinazione laterale e lamentava un dolore su scala vas di 8/10.

Dopo 5 sedute mediante la sinergia tra Limfa Theray e terapia chinesiologica al fine di individuare la sorgente (zona ipotonica) otteniamo una riduzione consistente del dolore, possibilità di flessione aumentata circa del 70% con conseguente riacquisizione della maggior parte delle funzionalità perse in seguito la patologia.

case report lombalgia

ANTI EDEMA

Dolori, edemi, versamenti, infiammazioni sono tutte cause di dolori più o meno intensi. La rivoluzionaria tecnologia di Limfa Therapy consente a questa innovativa metodica terapeutica di agire riducendo il dolore in maniera efficace in poche sedute, come dimostrato da recenti studi scientifici, per restituire al paziente una ritrovata qualità della vita. Vieni presso il nostro Centro per saperne di più.

89539585_2288403094793873_3898890669002850304_o

ESAME BAROPODOMETRICO E STABILOMETRICO

baropodonometria

L’esame baropodometrico si basa su una sofisticata metodica d’indagine
non invasiva che consente di rilevare la quantità di carico esercitata
su ciascun punto di appoggio del piede. La pedana è costituita da una
piattaforma fornita di sensori capacitivi, collegati ad un computer ed
un software di calcolo, che trasmette i dati attraverso i quali è
possibile studiare molteplici parametri sia numerici sia grafici
permettendo così uno studio più approfondito della dinamica del movimento.

ESAME IN FORMA STATICA
Per esame baropodometrico in statica si intende una rilevazione delle
pressioni effettuata su soggetti in stazione eretta, in appoggio
bipodalico, senza calzature. Tale analisi, permette di valutare:
*il baricentro corporeo,
*i centri di pressione monopodalici
*i parametri numerici suddivisi tra avampiede e retropiede e relativi ad ogni singolo
piede quali: la superficie d’appoggio, i carichi di appoggio in
percentuale del peso del paziente, la pressione massima (M) e la
pressione media (rapporto tra carico e superficie).
Lo studio permette
di approfondire patologie strutturali quali eterometrie – dismetrie,
piattismo – cavismo, valgismo – varismo, ecc.

ESAME IN FORMA DINAMICA
Per analisi dinamica si intende lo studio delle pressioni del piede in
movimento. In questa fase pertanto il paziente viene invitato a
camminare sulla pedana modulare mantenendo una camminata quanto più
possibile naturale. È importante che la pedana sia abbastanza lunga in
modo che abbia più sensori lungo tutta la parte calpestabile, questo
perchè una pedana più corta e quindi uno spazio ristretto inducono il
paziente ad avere un passo / camminata innaturale. L’acquisizione inizia
quando il piede tocca la piattaforma e, dopo aver memorizzato più passi
consecutivi, termina quando il paziente esce dalla piattaforma. L’esame
dinamico podalico consente di studiare il passo fornendo differenti
parametri che confrontandoli con i risultati dell’esame statico
permettono di valutare quali anomalie permangono anche nella fase
dinamica della postura.

Presso lo Studio Kinesis-Med è possibile svolgere l’indagine e la valutazione, con dati “qualitativi” delle pressioni sulle piante dei piedi (test baropodometrico) e dell’equilibrio (test stabilometrico) per studiare complessivamente le funzioni dei recettori sensoriali (orecchio interno, occhio, appoggio plantare) e le modalità di risposta del sistema centrale.

L’indagine baropodometrica viene svolto avvalendosi della pedana ELEGANCE-DUAL di Impronta Medica e grazie al softwear Dynamo che elabora i dati raccolti durante i test.

ATTRAVERSO LA TERAPIA CHINESIOLOGICA OTTENIAMO UN ANTIINFIAMMATORIO NATURALE PERCHE’ DIMINUISCE L’IPERTROFIA E IL NUMERO DI CELLULE INFIAMMATORIE NELL’ORGANISMO

antinfiammatorio naturale

E’ importante che in seguito a una patologia o trauma osteo articolare e muscolare ci si rechi, il prima possibile, dal terapista per l’opportuna terapia miotensiva.

Più passa il tempo, maggiore è il tempo terapeutico che occorre per risolvere il problema in questione.

Terapia diaframmatica

Il diaframma può, a causa dei nostri stati emozionali, scendere al di fuori della cassa toracica andando a comprimere lo stomaco e quindi l’intestino precludendone così la loro funzionalità.
Tutto questo può provocare gonfiore addominale sino ad arrivare a disturbi importanti quali ernia iatale, gastrite, reflusso
gastrico , dissenteria, stitichezza, improvvise intolleranze, ecc..
La risposta per la risoluzione di queste problematiche è la terapia chinesiologica che attraverso una opportuna manipolazione diaframmatica e educazione respiratoria riporta il diaframma nella posizione corretta.

diaframma

TERAPIA CHINESIOLOGICA PER RIEQUILIBRARE LA CATENA MUSCOLARE LINGUALE

Talvolta la lingua lavora in maniera scorretta: può causare deformazione ossea con malposizione dentale, malocclusioni (morso aperto o coperto), diastemi (spazi tra i denti), palato stretto ed affollamento dentario.

Quando la lingua funziona male, le strutture limitrofe sono costrette a sovraccaricarsi ogni volta che si deglutisce, anche fino a 2000 volte al giorno e con una forza, ogni volta, di almeno 1 kg! E facendo un calcolo i nostri denti devono sopportare un bel carico!

Essendo la lingua inserita in un sistema articolare e muscolare complesso, facendo parte della catena glossopodalica , il suo mal funzionamento può dare conseguenze anche lontano dalla bocca.

Si possono avere disturbi alle articolazioni temporo-mandibolari, alla muscolatura del collo, alle ginocchia e agli alluci (alluce valgo, ginocchia valghe). Interferisce anche con la respirazione per cui le adenoidi e le tonsille sono sottoposte ad iperlavoro per far fronte all’emissione di aria non filtrata (per la respirazione a bocca aperta) diventando fonte di problemi.

Queste disfunzioni possono essere attenuate e migliorate attraverso l’Riequilibrio della catena muscolare linguale.

La terapia infatti si compone di tecniche di allungamento della lingua e delle strutture ad essa correllate, di esercizi specifici per una corretta percezione della posizione della lingua e quindi la sua postura, ed esercizi specifici per imparare a deglutire correttamente con l’obiettivo di cambiare il vecchio schema deglutitorio con quello nuovo.

SINDROME DA CONFLITTO SUBACROMIALE

Ogni volta che l’arto superiore viene sollevato oltre un certo grado, si verifica un restringimento dello spazio dove scorrono i tendini della cuffia dei rotatori. Nella ripetizione di certi gesti atletici o di più normali mansioni lavorative l’aumento dell’attrito all’interno di questo spazio provoca dei fenomeni di infiammazione delle strutture in esso contenute (Impingement).
Questo fenomeno è definito sindrome da conflitto subacromiale e può comportare la comparsa di calcificazioni estremamente dolorose associate alla progressiva degenerazione del tendine fino alla rottura.
Indispensabile una terapia chinesiologica mirata a risolvere il problema e con l’aiuto di Limfa Therapy è possibile sfiammare e rigenerare il tendine fino a risolvere in maniera completa l’intera situazione.

LA COSTANZA NEL CICLO TERAPEUTICO

Uno degli elementi essenziali che contribuiscono alla risoluzione della patologia è la costanza nell’effettuazione del ciclo terapeutico.
Fondamentale la visione step by step (passo dopo passo) sia da parte sia del paziente (visione soggettiva) che da parte del terapista (visione oggettiva) che fa prendere percezione del miglioramento della situazione.
In una problematica, la cui origine, risale a anni precenti, è difficile che in mezzo ciclo terapeutico (ovvero 5 sedute) si risolva completamente; il terapista ha il compito primario di individuare la sorgente per poi lavorare nella zona ipertonica (zona dove è presente il dolore) per eliminare ciò che la patologia ha creato sulla catena muscolare e sull’articolazione.
E’ anche probabile che all’inizio del ciclo terapeutico, volto alla risoluzione di una problematica datata, si vengano a creare nuove tensioni nell’organismo; sono le tensioni buone ovvero quelle utili alla risoluzione patologica.
Il corpo umano ha le proprie tempistiche fisiologiche che vanno rispettate.

Dott. Marco Ossola

Limfa Therapy

LIMFA© Therapy è una tecnologia frutto della ricerca italiana che, grazie all’ esclusivo e brevettato meccanismo di invio di pacchetti informazionali alle cellule, è in grado di accelerare la guarigione e la rigenerazione cellulare con risultati concreti e con un indice di efficacia mai raggiunto in precedenza.
Semplicissima da utilizzare e priva di effetti collaterali, LIMFA Therapy agisce subito, in profondità, in qualsiasi situazione ambientale e fisica e in totale sicurezza, rappresentando una straordinaria innovazione nel ambito della terapia del dolore, del recupero fisico e della riparazione dei tessuti, permettendo di ritornare alla normale funzionalità in tempi sensibilmente ridotti, senza somministrare farmaci o somministrandone in dosi limitate.

L'immagine può contenere: una o più persone e sMS

Il Movimento nuovo farmaco: ecco come imparare a “prescriverlo”

Salute

Venerdì 1 dicembre 2017 – 17:00

Chinesiologi: via a percorso formativo per neolaureati

Roma, 1 dic. (askanews) – Migliora lo stato fisico e l’umore, contribuendo a prevenire diversi tipi di disturbi. Il movimento è come un farmaco: se “prescritto” nella corretta dose e qualità è un prezioso alleato per la salute. Secondo le ultime stime del ministero della Salute, infatti, una regolare attività fisica intervenendo sulle patologie cardiovascolari, diabete e tumore determinerebbe un minor costo per il Servizio sanitario nazionale pari a 2,33 miliardi di euro in termini di prestazioni specialistiche e diagnostiche ambulatoriali, trattamenti ospedalieri e terapie farmacologiche.

“Ma l’attività fisica va personalizzata, misurata su ogni singolo individuo – avverte Giorgio Berloffa, presidente dell’Unione Nazionale Chinesiologi che conta oltre 2000 iscritti – altrimenti può causare microtraumi, disabilità e, in alcuni casi, anche la morte. Da qui la necessità di promuovere “Chinesiologi del ben…essere”, questo il nome del nuovo percorso formativo per laureati in Scienze motorie al via da gennaio 2018 a Catania”. L’iniziativa verrà presentata a Roma il 12 dicembre in occasione del Convegno “Chinesiologo Professionsta del Ben…Essere” che si terrà presso l’Auditorium della Cna (piazza Armellini 9/a) con il patrocinio del ministero della Salute. Interverranno ai lavori: il ministro Beatrice Lorenzin, il sottosegretario di Stato Miur Vito De Filippo, il prof. Salvatore De Rosa (Società Italiana Cardiologia), il prof. Giorgio Sesti (Società Italiana Diabetologia), il presidente Unc (Unione Nazionale Chinesiologi) e presidente Cna Professionisti Giorgio Berloffa e i vicepresidenti Unc Antonino Cosentino e Carlo Varalda.